Borrello 2

<<Per noi è un onore averla qui oggi>>. Con queste parole il sindaco di Delia Gianfilippo Bancheri ha accolto venerdì scorso il dottor Silvio Borrello capo della Direzione generale della sanità animale e dei farmaci veterinari del Ministero della Salute.

Al breve incontro che si è svolto nella stanza del sindaco al Comune erano presenti anche Santo Caracappa, Salvatore Seminara, e Gabriele Ciaccio, rispettivamente direttore sanitario, commissario straordinario e direttore amministrativo dell’istituto Zooprofilattico Sperimentale della Sicilia. Salvatore Dara, direttore Area Igiene e Produzioni Zootecniche e Benessere Animale – dell’Istituto zooprofilattico sperimentale (IZS) della Sicilia. Angela Prestifilippi, sociologa zooantropologa. Letizia Macaluso farmacista consulente in materia di sicurezza alimentare. Antonio Augello veterinario dirigente Asp Catania, responsabile dei macelli, l’assessora alla Cultura del comune di Delia Piera Alaimo e il Capo di Gabinetto, Carmelo Alessi.

Borrello, che si trovava a Caltanissetta dove ha preso parte ai “Tavoli tematici” organizzati nell’ambito degli Stati generali della sanità in Sicilia “Cambiamenti 2017 Vita e salute” organizzati dal sottosegretario alla Sanità Davide Faraone, ha sentito il desiderio di rivedere Delia, il paesino dove tanti fa anni iniziò la sua brillante carriera.

<<La vostra calorosa accoglienza mi ha commosso – ha detto Silvio Borrello rivolgendosi al sindaco. <<Ho un ricordo bellissimo del vostro comune – ha aggiunto. Ricordo il piacere della gente semplice e accogliente. A Delia ho trovato tanta disponibilità e umanità. E’ stato il mio punto di partenza. Non si può arrivare ai vertici se non si vivono e non si capiscono i problemi della periferia. E’ stata un’esperienza bellissima e utile per me e il mio lavoro. Porterò il vostro paese sempre nel mio cuore>>.

Al termine il sindaco ha donato all’alto dirigente e agli altri ospiti alcuni libri sulla Storia di Delia di Angelo Carvello con dedica sul frontespizio. Ed anche tre recenti cartoline su Delia con annullo filatelico postale. Infine le cuddrireddri di Delia. <<Ricordo perfettamente il profumo e la squisitezza di questi dolci che si fanno solo qui – ha commentato Borrello>>.

L’alto dirigente si è congedato poi con una promessa fatta al sindaco. Quella di ritornare presto a Delia e non per pochi minuti.

Ufficio Stampa/ gp

Visita Borrello 2