Delia. Riapre lunedì, 25 maggio, il mercatino settimanale di viale Aldo Moro. Lo ha disposto il sindaco Gianfilippo Bancheri con propria ordinanza.

Sarà consentita l’attività di vendita di prodotti alimentari e florovivaistici, con un massimo di N°8 banchi, da collocarsi a partire dall’incrocio con il Viale Europa (lato sud), verso la Piazza Toronto, secondo la progressione degli spazi in precedenza assegnati, distanziando ciascun banco dal successivo di metri tre, secondo la planimetria predisposta dallo sportello per le attività produttive (SUAP), in collaborazione con il Comando di polizia municipale.

<<Per l’apertura – ha detto Gianfilippo Bancheri – ci siamo attenuti all’articolo 7 dell’ordinanza contingibile e urgente N°21 del 17.05.2020 del Presidente della Regione che dispone l’autorizzazione all’attività dei mercati. Sono state predisposte delle regole per garantire le condizioni di sicurezza ai cittadini e agli operatori commerciali. Siamo infatti in piena fase 2 ed è necessario quindi il rigoroso rispetto dei protocolli igienico sanitari e degli assembramenti. Da parte mia sono fiducioso che le cose andranno per il meglio. Per questo lancio il mio invito ai cittadini perché continuino a comportarsi come sempre, con prudenza, scrupolosità e senso civico>>.

Il sindaco aggiunge che <<superata questa fase iniziale, senza problemi, potremo far riaprire le altre attività merceologiche. Ho già dato apposite direttive agli uffici preposti perché lavorino in questo senso>>.

I titolari di autorizzazione commerciale o i preposti alla vendita dovranno indossare dispositivi di protezione, quali mascherina obbligatoria e guanti e lavarsi frequentemente le mani anche mediante l’uso di disinfettante.

Liquido disinfettante e guanti usa e getta dovranno essere essere messi a disposizione, dai titolari di attività commerciale, anche della clientela, con dispenser collocati in prossimità delle postazioni di vendità, in particolare di alimenti e bevande. In tutte le attività e le loro fasi devono essere mantenute, con appositi dispositivi, le misure di distanziamento, di almeno un metro, dal bancone di vendita.

Agli operatori del mercato ed agli avventori, prima dell’ingresso nell’area mercatale, dovrà essere misurata la temperatura corporea e sarà vietato l’ingresso a chiunque presenterà una temperatura corporea pari o maggiore a 37,5 gradi centigradi.

L’ingresso all’interno del mercato sarà consentito gradualmente e con numero limitato di persone, al fine di evitare assembramenti di persone.

I clienti che intendono accedere all’interno del mercato avranno l’obbligo di indossare mascherina di protezione e assicurare il distanziamento interpersonale di almeno un metro.

Giovanni Proietto