PHOTO-2018-05-15-18-15-21

Fervono i preparativi per i festeggiamenti della Madonna dell’Itria in programma dal 20 al 26 maggio. In programma diverse manifestazioni a carattere religioso e culturale.

Aprirà i festeggiamenti “ItriArte”, una giornata di arte, musica, cultura, spettacolo che si svolgerà nell’accogliente piazza Itria, con il patrocinio del Comune di Delia.

<<Scopo dell’evento, alla sua prima edizione – dice don Lino De Luca parroco della Chiesa dell’Itria – è quello di coinvolgere artisti di ogni genere, per dar vita a un evento in cui a farla da padrona sarà la bellezza, la cui dimensione, non semplicemente estetica, ma principalmente religiosa ed etica, va recuperata nel contesto di una società sempre più segnata dalla cultura della prepotenza, dell’egoismo, della violenza, dello “scarto”, come ama ripetere papa Francesco>>.

<<Siamo felici e onorati di aver dato il patrocinio ai festeggiamenti della Madonna dell’Itria – ha detto il sindaco Gianfilippo Bancheri. La festa non solo accomuna i deliani sulla base di un sentimento religioso autentico ma è anche un momento importante sotto il profilo sociale e della cultura popolare. Tema centrale dell’evento è “la bellezza” che ci aiuterà a riflettere su alcuni valori fondanti della nostra società come l’amore, l’altruismo, il rispetto, la solidarietà, la pace, in un mondo sempre più globalizzato e caratterizzato dall’egoismo, dalla povertà dilagante, dal progressivo degrado ambientale e dalle guerre>>.

<<Non, dunque – sottolinea Don Lino De Luca – la bellezza costruita, artefatta, gelida e senz’anima che il mondo ci propone, ma quella che ci permette di cogliere il mistero che c’è in ogni essere umano, di riconoscere la dignità di ciascuno e di ri-umanizzare la nostra società e la nostra vita. Ciò è possibile solo ritornando a Dio, cantato dai grandi santi, a cominciare da S. Francescoè».

Da parte sua, l’assessora alla Cultura Piera Alaimo, fa notare come <<la festa della Madonna dell’Itria, quest’anno è riuscita a coinvolgere tantissime persone, famiglie, le istituzioni, artisti e associazioni. L’amministrazione – ha detto – ha partecipato ai preparativi degli stand, riuscendo a coinvolgere gli artisti esterni del piccolo artigianato e dei prodotti tipici>>.

La manifestazione vedrà la partecipazione di pittori, che si cimenteranno nella realizzazione di opere in estemporanea, cantanti, gruppi musicali, madonnari, artisti di strada, scuole di danza, sbandieratori e “tammurinara”.

Per i più piccoli sarà predisposta un’area con animazione e gonfiabili. Lungo il percorso saranno allestiti stand dell’artigianato e stand gastronomici.

Ufficio Stampa/ Giovanni Proietto