La giunta municipale ha approvato il progetto esecutivo per il miglioramento dell’efficienza energetica della scuola media “Luigi Russo” e della palestra annessa in via Giuseppe Dolce.

L’intervento verrà realizzato con i fondi del Programma Operativo FESR Sicilia 2014/2020 – Asse Prioritario 4 “Energia Sostenibile e Qualità della Vita”-Azione 4.1.1., prevede un’importo complessivo di € 935.684,84.

Gli obiettivi dell’amministrazione sono quelli di ridurre sensibilmente i costi di gestione dell’istituto scolastico e della palestra annessa, ed anche – ha detto il sindaco Gianfilippo Bancheri – di ridurre le emissioni di anidride carbonica in atmosfera, promuovendo così la diffusione di una nuova visione dell’efficienza energetica e della compatibilità ambientale dell’edificio pubblico>>.

<<Quello che vogliamo – ha aggiunto Bancheri – è di contribuire ad uno sviluppo sostenibile del territorio, promuovere una forte politica di risparmio energetico, la diversificazione delle fonti energetiche e l’innovazione tecnologica. Ma anche di massimizzare il benessere fisico delle persone, riducendo ed eliminando situazioni di disagio presenti nei vari ambienti. Sotto questo profilo possiamo dire che questo progetto è perfettamente coerente con gli obiettivi di politica energetica nazionale e in particolare con gli obiettivi individuati nel Piano Energetico della Regione Siciliana regionale (PEARS) e con il Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile (PAES)>>.

I lavori di riqualificazione energetico ambientale della scuola – ha detto il dirigente dell’ufficio tecnico comunale arch. Calogero La Verde, che ha approvato il progetto in linea tecnica in qualità di Rup, prevedono, tra l’altro, un nuovo involucro dell’edificio, di materiale isolante e nuovi componenti vetrati, per ridurre lo scambio termico e contenere i consumi energetici interni, grazie anche a nuovo impianto di riscaldamento e raffreddamento canalizzato. Previsto l’isolamento termo acustico del solaio di copertura e l’utilizzo di particolari infissi a taglio termico e serramenta in PVC rigido ad alta resistenza all’urto. Ed anche un impianto solare termico per la produzione di acqua calda sanitaria.

Per la scuola media è stato pensato anche di implementare un sistema di domotica, c.d. BACS , cioè un sistema di controllo e automazione integrato, che gestirà la riduzione dei consumi energetici degli edifici.

Il progetto approvato dalla giunta, che andrà in gara tramite Centrale unica di Committenza (CUC), è stato redatto dagli architetti Francesco Romano e Salvatore Roberto Perricone e dall’ing. Epifanio Perricone. Ufficio Stampa/Giovanni Proietto