Foto protocollo intesa Delia, 30 giugno 2020

Firmato oggi, presso i locali del municipio, il protocollo d’intesa tra il Comune di Delia e alcune associazioni locali per la cessione in comodato d’uso gratuito dell’ex scuola materna di viale Sandro Pertini, i cui locali sono attualmente in disuso.

Hanno siglato l’accordo il sindaco pro tempore Gianfilippo Bancheri, l’Associazione Complesso Bandistico Petiliana, rappresentata dal presidente Dario Galiano, l’Associazione Culturale teatrale Amici per Di(a)letto, rappresentata dal presidente Denis Vitellaro, l’Associazione Folklore Petiliano, rappresentata dal presidente Calogero Gallo e l’Associazione “Volontari Protezione Civile Delia”, rappresentata dal presidente Giuseppe Fazio. Era presente il vice sindaco e assessore ai Lavori Pubblici, Calogero Lo Porto.

Soddisfazione del sindaco Bancheri che ha dichiarato: <<si tratta di un progetto di collaborazione con le associazioni locali e del loro coinvolgimento nelle strategie dell’amministrazione comunale in un momento di crisi economica e di ridotta disponibilità di risorse finanziarie, sempre meno adeguate a far fronte alle esigenze sempre maggiori di una comunità in crescita come la nostra. Quello di oggi è un esempio virtuoso di buona amministrazione quindi. Un modo nuovo di fare rete. Le associazioni potranno avere, d’altra parte, dei locali a norma, gratuitamente, e svolgere così le loro attività istituzionali a beneficio della collettività. Si tratta in fin dei conti di un investimento culturale e sociale ad alto valore aggiunto>>.

<<Obiettivo dell’accordo è di potere riutilizzare un bene pubblico in disuso – ha detto da parte sua l’assessore ai lavori Pubblici, Lo Porto. La chiusura della scuola materna era stata disposta a suo tempo dal Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca a causa del calo demografico degli alunni. Ora grazie alla manutenzione ordinaria, non più a carico del Comune, ma delle associazioni comodatarie, l’immobile di via Pertini verrà riaperto, usato e preservato dal degrado>>.

Unanime il ringraziamento dei rappresentanti delle associazioni firmatarie del protocollo d’intesa, rivolto all’amministrazione comunale per <<la sensibilità e l’interesse mostrati verso le istanze culturali e sociali e per la celerità nell’affrontare le varie problematiche territoriali. L’accordo di oggi – hanno detto – rappresenta un segnale non solo di collaborazione e di sinergia tra istituzioni ma anche e soprattutto di amicizia e di vicinanza con le associazioni locali che grazie all’intervento dell’amministrazione potranno operare utilizzando dei locali a costo zero>>.

Ufficio Stampa/Giovanni Proietto