Occhipinti e Bancheri

13 luglio 2019

Il pittore deliano Marcello Occhipinti ha donato un suo quadro al sindaco Gianilippo Bancheri.

Il dipinto, realizzato ad olio su tela, raffigura piazza del Popolo a Delia, così com’era agli inizi del ‘900.

<<E’ un modo – ha commentato Occhipinti – per manifestare al sindaco e all’amministrazione comunale, il mio apprezzamento per avere consentito di presentare nel palazzo municipale il mio libro “L’irresistibile fascino del quotidiano” e la mia riconoscenza per la loro sensibilità mostrata verso la l’arte e la cultura in genere>>.

<<Sono sorpreso e allo stesso tempo onorato di questo quadro significativo di Delia. Piazza del Popolo doveva essere un luogo importante per la vita sociale ed economica del nostro paese – ha detto Gianfilippo Bancheri. Accolgo con gioia e interesse questo dono, perché da la possibilità di riflettere sul nostro passato, sulle nostre origini. Sulla città dove i nostri padri e i nostri nonni hanno trascorso la loro vita, la loro gioventù, dove hanno lavorato. Il mio personale ringraziamento a Marcello Occhipinti che ha dimostrato con questo suo dipinto il suo attaccamento a Delia e alla sua storia>>.

<<Piazza del Popolo non c’è più – ha spiegato Occhipinti. E’ stata sostituita da nuove vie e nuovi edifici. L’immagine della piazza è’ uno scorcio di Delia, com’era allora, con le case attorno alla piazza di terra battuta, con i tetti coperti di tegole in terracotta. Con le pareti di calce chiara>>.

Marcello Occhipinti è nato a Buccheri in provincia di Siracusa. Ha frequentato il Magistrale di Caltanissetta e si è laureato in Lettere presso l’Università di Catania. Fin da piccolo ha vissuto a Delia dove dal 1978 ha lavorato per Poste italiane. Ora è in pensione. La sua pittura, che ha coltivato da autodidatta, è “realistica e alla ricerca del passato”. <<Dipingere – dice – è stata ed è una delle mie più grandi passioni>>.

Ufficio Stampa/Giovanni Proietto