A_1

Delia,  7 agosto 2018

Via libera alla modifica del regolamento di assistenza economica. Il consiglio comunale ha approvato il provvedimento all’unanimità nell’ultima seduta presieduta da Francesco La Verde.

Soddisfatto il sindaco Gianfilippo Bancheri. <<L’adeguamento del regolamento – ha detto – si è reso necessario per contrastare le nuove situazioni di povertà e aiutare le famiglie che si trovano in condizioni di disagio socio economico. Si esce così  da una logica di mero assistenzialismo. L’approvazione all’unanimità del provvedimento proposto ha evidenziato la sensibilità del consiglio comunale verso le problematiche sociali poste dall’amministrazione>>.

<<Il nuovo modello di assistenza – ha spiegato il dirigente dei Servizi sociali Rocco Di Caro – renderà più facile le operazioni per la costruzione di un percorso condiviso con il soggetto svantaggiato, definito nel P.A.I. (piano assistenziale individuale). Ciò consentirà di eliminare le cause che hanno determinato lo stato di disagio socio-economico>>.

<<Si tratta di un passo avanti rispetto alla mera erogazione di contributi economici – ha detto il primo cittadino di Delia. Con le modiche si potrà inoltre evitare la sovrapposizione di interventi economici con fondi comunali con altre azioni di sostegno al reddito da parte di altri enti pubblici come il Distretto socio-sanitario D8 di Caltanissetta (di cui Delia fa parte) o con quelle provenienti dal reddito di inclusione (ReI)>>.

<<Una delle modifiche necessarie – ha aggiunto Di Caro – è stata quella di adeguare il regolamento alle prescrizioni contenute nel regolamento europeo del 2016 in materia di trattamento dei dati personali e protezione delle persone fisiche>>.

Il dirigente Di Caro ha parlato anche del Casellario dell’assistenza <<una banca dati per la raccolta delle informazioni e dei dati sulle prestazioni sociali erogate dagli enti pubblici, che consentirà di gestire meglio le risorse e la rete dell’assistenza sociale>>.

Il regolamento prevede ora degli interventi di assistenza anche nei casi di decesso presso le strutture ospedaliere pubbliche o private o a seguito di incidenti stradali di persone indigenti e in stato di disagio economico, residenti nel territorio comunale, prive di assistenza familiare e non in grado di sostenere le spese funerarie.

Durante la seduta il consiglio ha anche approvato gli schemi di conto economico e di stato patrimoniale al 31 dicembre 2016 ed al 31 dicembre 2017 ed anche il rendiconto della gestione per l’esercizio 2017 ai sensi dell’art. 227 del D.Lgs n. 267/2000.

Ufficio Stampa/ Giovanni Proietto